mercoledì 4 aprile 2012

FULVIO RINALDI: LA SENTENZA CHE LO ASSOLVE LODA LA SUA IDEA, PECCATO CHE NEL TEMPO DEL PROCESSO L'AZIENDA SIA FALLITA

Brutta ma purtroppo non inconsueta la storia a cui oggi ha dato spazio Davide Giacalone sul suo sito. Si parla di un brillante imprenditore, Fulvio Rinaldi, che si fa venire un'idea che funziona, la mette in pratica con iniziale successo e poi se la vede stroncare dall'ignoranza crassa (non vogliamo pensare alla malafede, di PM al servizio della concorrenza) di una certa procura che nell'iniziativa originale individua dei REATI. Il tutto viene bloccato, seguono le solite vicende giudiziarie, il processo e, guarda un po', l'ASSOLUZIONE del Rinaldi. Tempo trascorso: sei anni. Può sopravvivere un'iniziativa imprenditoriale nel frattempo? ovviamente no, e infatti l'azienda del Rinaldi fallisce. Ah, la sentenza che l'assolve, elogia l'imputato prosciolto, qualificando quella dell'imprenditore "una brillante iniziativa, conveniente per tutti".
Già, peccato che nel frattempo sia morta.
Leggere con la precauzione di un malox a portata di mano

Rovina giudiziaria

Quel che nel mondo ha successo in Italia ti porta a subire un processo penale. Quel che altrove arricchisce qui ti rovina. L’innovatore altrove acclamato da noi viene portato alla sbarra e fatto fallire. Quando facciamo i conti con le nostre debolezze e arretratezze dobbiamo sempre tornare ad uno dei mostri che divorano vita e ricchezza: la malagiustizia.
L’e-commerce, ovvero la possibilità di fare acquisti e transazioni on line, via internet, è in continua crescita, nel mondo e in Italia. Nel Paese che dovrebbe essere il più turisticamente evoluto, perché il più paesaggisticamente e artisticamente ricco, però, molti dei connazionali che acquistano vacanze e viaggi lo fanno passando per piattaforme estere, il che significa portare fuori parte consistente del valore aggiunto. Inutile maledire la sorte, perché si tratta di una colpa. Per capirlo si guardi quel che è successo a Fulvio Rinaldi.
Fondatore di YouStore è stato un anticipatore di fenomeni come Groupon, oggi conosciuto e diffuso anche in Italia. Il guaio di Rinaldi, però, è stato quello di essere italiano. YouStore era un canale di vendite che metteva a disposizione dei clienti la possibilità di fare acquisti a prezzi scontati, sia operando via rete che recandosi fisicamente nei luoghi convenzionati. Il punto di partenza era una tessera prepagata, denominata Cartablu, mediante la quale si potevano chiudere le transazioni. Il sistema funzionava, portava benefici sia ai clienti che ai commercianti, non costringeva nessuno ad alcunché, ma apriva la via a crescenti opportunità. Il primo a mettersi di traverso fu un pubblico ministero operante in Sardegna, che accusò l’iniziativa d’essere una truffa, con annesse perquisizioni della sede operativa, che si trovava a Roma. La notizia, naturalmente, non restò riservata e, come era evidente, quanti avevano versato dei soldi (che restavano nella propria disponibilità) cominciarono a preoccuparsi. Nel 2006 intervenne la procura di Roma, ipotizzando i reati di “raccolta abusiva di risparmio” e “abusiva attività bancaria”. Se tale criterio dovesse applicarsi a tutte le formule di prepagato ne vedremmo delle belle, cancellando interi settori di mercato. Quella volta, però, toccò solo a Rinaldi, che già era partito da quattro anni.
Dopo tre anni, nel 2009, arriva il fallimento. Senza che nessuno dei clienti abbia perso un centesimo o che l’imprenditore-innovatore si sia illecitamente arricchito. I suoi proventi derivavano da percentuali riscosse sugli acquisti, posto che prezzo e qualità erano convenienti e l’aumento del giro d’affari allettava i venditori. Ma dopo tre anni di torchio giudiziario l’impresa schiatta.
La giustizia si prende sei comodi anni, al termine dei quali non solo assolve l’imputato, ma sostiene, nelle motivazioni della sentenza, che la sua era una gran bella iniziativa, conveniente per tutti. Peccato sia stata massacrata e annientata, concedendo ai concorrenti stranieri un incolmabile vantaggio. Sicché vale la pena che ciascuno rifletta, amaramente, su quel che è successo: non solo l’imprenditore italiano combatte senza avere l’arma di far entrare capitale di rischio nella sua azienda, non solo gli si chiude anche il credito, ma lo si descrive come un delinquente e gli s’infliggono sei anni d’inquisizione. Al termine dei quali è raso al suolo. In queste condizioni dovrebbe competere con chi vive in ecosistemi favorevoli, può disporre di fondi che scommettono sull’impresa ed è osannato dai mezzi di comunicazione. Da noi ci si occupa di lui per diffamarlo, mentre la sua innocenza è notizia che interessa solo quei quattro perversi che ancora credono possa esistere la giustizia.
Postilla, ovvia: chi lo ha inquisito farà carriera, mentre la sua è finita. Oggi fa il consulente e ha un messaggio chiaro, per i giovani che vogliano provare ad affrontare sfide innovative: andate via dall’Italia. E su questo non mi sento di concordare con lui: è vero, andare via è un’eventualità da prendere in considerazione, ma solo dopo avere provato a cacciare via un sistema che umilia il merito e premia la gestione burocratico-sterminatrice della giustizia. Aggiungo un dettaglio: cosa cavolo stia succedendo circa l’articolo 18 lo capiamo solo in idioma italico, mentre una storia come questa si legge e capisce in ogni lingua del globo, risultando sufficiente per star lontani da un Paese di matti. Riterrei utile che qualcuno chiami Rinaldi e gli chieda scusa, in mondovisione.

78 commenti:

  1. buongiorno
    sono Fabrizio Giorgi e conosco bene la vicenda
    Yourstore s.p.a. e mi fa piacere che venga dato risalto e non cada nell'anonimato.Molti imprenditori in Italia vogliono far uscire dalla crisi il nostro paese ma si scontrano con la tirrannia peggiore che possa esistere:la
    Burocrazia e l'indifferenza...
    la pubblicazione dell'articolo di Giacalone su questo blog sicuramente darà voce a coloro che sono stanchi di osservare abusi e di non poter reagire agli abusi che cadono nell'indifferenza

    RispondiElimina
  2. Gentile Fabrizio
    le sue parole di apprezzamento mi fanno piacere e mi incoraggiano. Ad un certo punto ho pensato che il blog potesse essere uno strumento, un piccolo apporto perché notizie utili a riflettere e capire fossero sempre più diffuse, una eco ai commenti critici di persone capaci e acute, come appunto Davide Giacalone.
    Certo è solo una goccia nel mare, ma posso sperare che contribuisca al "passa parola" che internet consente.
    Grazie ancora per il suo intervento

    RispondiElimina
  3. Salve a tutti,
    Anch' io conosco molto bene La vicenda,
    So quanta passione, quanto coraggio e tenacia "quelli della YourStore" hanno messo in campo guidati da un Uomo Fulvio Rinaldi il cui unico Sogno e' poter dare il suo contributo x il miglioramento...l'Evoluzione....
    Anche se evidentemente il Sistema non vuole Evoluzione ma Controllo, c'è chi non vuole arrendersi, c'è chi continua a lottare x la libertà !!!
    Tiziana Sofia D'Auria

    RispondiElimina
  4. Buongiorno,
    sono Catia Caffarelli, vedova con 3 figlie, mi sono ritrovata spesso a fare i conti con la burocrazia e per questo tante volte ho detto "speriamo che le mie figlie studino e se ne vadano fuori dall'Italia", proprio perchè tutto è impostato per tenerci massificati sotto controllo...o sei nato in una famiglia "ricca" (di soldi) oppure dovrai correre ogni giorno da mattina a sera per riuscire a pagare le bollette e garantire i pasti ai tuoi figli...semplicamente assurdo!!!!!
    Conosco Fulvio Rinaldi e altre persone che erano in YuorStore da poco più di un anno, posso dire che ne ho sentite tante di infamie sul loro conto, ma da gente che parla "per sentito dire", nessuna di queste persone si è presa la briga di parlargli guardandogli in faccia, nessuna di queste persone ha sentito l'energia positiva che si respira e si avverte sulla pelle standogli vicino, quindi mi sento di gridare.. SVEGLIAMOCI!!!!!
    Fulvio sei un Grande...la tua Forza, Dignità e Umiltà mi danno la spinta e il coraggio per continuare a sognare che qualcosa per il futuro delle mie figlie posso ancora cambiarlo...grazie!

    RispondiElimina
  5. Che la Yourstore era e sarebbe stato un bene per l'Italia, è stato anche scritto negli atti della sentenza??? "La giustizia si prende sei comodi anni, al termine dei quali non solo assolve l’imputato, ma sostiene, nelle motivazioni della sentenza, che la sua era una gran bella iniziativa, conveniente per tutti." Quindi vuol dire che è stato riconosciuto un grave danno fatto anche agli italiani!! Quella gran bella iniziativa, creata da Fulvio Rinaldi, oggi sarebbe stato uno strumento utilissimo....anche per chi lo ha voluto distruggere!!! Complimenti per il blog e per l'articolo!
    Giovanni B. Prignano

    RispondiElimina
  6. Salve,
    sono Tauriello Stefano e conosco anche io bene la vicenda e conosco personalmente Fulvio Rinaldi. Secondo me proprio i blog che parlano sempre di più di questi casi aiutano "questo mare" come lo definisce Lei a essere meno inquinato da queste "gocce"... Purtroppo l'arretratezza italiana è un dato di fatto e non ci meravigliamo se abbiamo rischiato la crisi come la Grecia, l'immobilismo è il male dell'economia soprattutto quando al impone lo Stato...Saluti

    RispondiElimina
  7. Complimenti, conosco la YourStore e conosco Fulvio Rinaldi, quindi conosco anche le loro vicissitudini. Finalmente si sta dando la giusta rilevanza a questa notizia!
    Zarroli Devid

    RispondiElimina
  8. Ringrazio veramente tutti di questi interventi !. Non conosco personalmente Davide Giacalone, se non per qualche scambio di mail, ma gli scriverò per rappresentare come il suo articolo abbia riscosso tanti positivi consensi. Come detto, a me fa piacere se posso essere stato utile come "passa parola". Sorriso.

    RispondiElimina
  9. Salve, condivido tutto quello che è stato scritto.
    Conosco Fulvio Rinaldi e la storia di Yourstore.
    Oggi sono Felice e orgogliosa di aver avuto la grande OPPORTUNITA' di conoscere persone così speciali, di condividere con loro una crescita sia personale che professionale, GRAZIE!
    Elisabetta Bartolozzi

    RispondiElimina
  10. Salve a tutti,
    sono un imprenditore che opera in un'azienda commerciale che da oltre 40 anni è presente su Roma, la nostra struttura, come tante altre sul territorio, faticano a rendere sostenibile il proprio percorso perché gestite con sistemi e strategie ormai obsoleti ed obbligati continuamente a fare i conti con la burocrazia.
    L'avvicinamento e la conoscenza, ormai approfondita, di un'intermediazione che porta benefici agli utenti finali ed alle strutture commerciali, con un concetto semplice ma potente allo stesso tempo, mi ha fatto appassionare ed apprezzare l'idea esplosiva di Fulvio Rinaldi, ovvero meno spazzi possibili tra domanda e offerta con un vantaggio per tutti.
    A volte l'essere avanti, se non capiti nel giusto modo, può rappresentare un qualcosa che spaventa, qualcosa che non è regolamentato, allora la strada più semplice diventa quella di contrastare o addirittura fermare a costo di precludersi dei vantaggi.
    Le scuse? Non sempre possono essere accettate, ma questo non spetta a me stabilirlo, però posso dire con fermezza e convinzione che se pensiamo di attivare nuovamente questo volano ormai fermo da tempo, dobbiamo iniziare noi tutti a sostenere le idee innovative atte a produrre benefici per tutti.
    Massimiliano Paniconi.

    RispondiElimina
  11. Buongiorno a tutti. Claudia De Angelis, 38 anni, imprenditrice. L'attenzione che il giornalista Giacalone ha riservato a questo argomento mi ha entusiasmato. Mi chiedo "quanti giornalisti attenti ci sono in Italia?" Un caso di malagiustizia come questo, che danneggia l'imprenditore che promuove un cambiamento a favore di tutti, dovrebbe stare su tutte le prime pagine dei quotidiani nazionali. Un caso come questo, che testimonia l'arretratezza mentale del nostro paese, dovrebbe essere conosciuto da tutti. Una storia come questa, dove migliaia di persone avevano tutto da guadagnare e niente da perdere, deve essere "messo in piazza"! Un errore di valutazione dello Stato, di un Magistrato o di un Giudice, non puó, e non deve, assolutamente, uccidere l'evoluzione economica del nostro paese!
    Ringrazio vivamente L'Ultimo Camerlengo per aver dato risonanza alla notizia. Gli imprenditori che vivono e lavorano in Italia si chiedono ogni giorno quanto possa valer la pena rimanere qui piuttosto che prendere il primo aereo verso Paesi che incoraggiano l'iniziativa piuttosto che ucciderla. Spero che altre persone possano leggere il blog, perché credo di non essere l'unica che vuole rimanere e cambiare le cose. Dunque...più siamo più possiamo combattere insieme contro le ingiustizie.
    Grazie ancora.

    RispondiElimina
  12. "Quel che nel mondo ha successo, in Italia ti porta a subire un processo penale..." e con la sua idea se ne é andato anche il sogno di una persona, ed il sogno di tantissimi altri giovani ambiziosi, padri e madri di famiglia che volevano il meglio per i loro figli, imprenditori e non che collaboravano con la Yourstore S.p.a. e che volevano un' Italia migliore, ed essere un riferimento per il futuro di questo Paese!
    Blog ed articoli come questi mi riempiono di orgoglio e danno la forza e la speranza che ancora tutto può cambiare e migliorare, dando la giustizia che ogni essere umano merita.
    Con Stima
    Dino Bertocchi

    RispondiElimina
  13. Salve a tutti.
    Sono circa tre anni che ho opportunità di stare a contatto con il Dr. Fulvio Rinaldi in qualità di Assistente Personale, dopo essere stata per altrettanti anni consulente
    della Your Store S.p.A.
    Avendo vissuto da vicino le varie udienze e dibattiti presso il Tribunale di Roma, ho compreso profondamente cosa vuol dire difendere con coraggio, orgoglio e dignità i propri ideali e i propri valori;
    ma del resto, è nei momenti di difficoltà che si ha occasione di misurare il reale spessore delle persone "è risaputo che quando una nave fa acqua, i topi sono i primi a scappare, mentre gli UOMINI rimangono a combattere..."
    Sono talmente tante le esperienze, le sensazioni e le emozioni che ho sperimentato da non poter condividerle in questo, seppur intelligente, ridotto spazio d'informazione.
    Una storia del genere, merita una rilevanza nazionale, non a caso importanti redazioni stanno cercando di mettersi in contatto con noi.
    Per questa opera di sensibilizzazione, voglio ringraziare i giornalisti Giulio De Santis (Il Messaggero)e Davide Giacalone (Libero),l'Avv.to Stefano Turchetti e tutti coloro che attraverso le loro testimonianze daranno un ulteriore contributo a far conoscere la verità.
    Ringrazio quell'eccezionale gruppo di uomini che hanno saputo portare avanti con coraggio e determinazione la loro visione.

    Eleonora Gallo

    RispondiElimina
  14. Salve, mi chiamo Gerry Spina e come tante persone che hanno scritto prima di me, sono stato nella Your Store spa nella duplice figura di socio consumatore e attività associata. Sono stata l'unica attività commerciale a rimanere al fianco della soc fino al momento della fine ed ho accumulato un buco finanziario esagerato, pur conoscendo le difficoltà, ma convinto che sarebbe stato tutto risolto. Mai a pensare che qualche creditore avrebbe fatto in modo di far fallire la soc per poche migliaia di euro, creando il panico in tutti coloro che avevano qualcosa da perdere, chi poco, chi tanto, chi troppo. Ora che la soc è fallita e i giudici hanno deciso che non c'era nulla di illegale, ma anzi era cosa buona e giusta per tutti, chi ci ripagherà dei danni economici e di tutto il tempo perso e, soprattutto, dell'opportunità persa per centinaia di persone e aziende? Lo stato dovrà pagare per questo e spero anche con interessi e danni morali. Un saluto affettuoso a Fulvio Rinaldi. Gerry Spina

    RispondiElimina
  15. Giustizia: "esiste un senso della giustizia, definito talvolta naturale in quanto ritenuto innato, che impegna ogni singolo individuo a tenere nei confronti dei propri simili o gruppi, in situazioni ordinarie o straordinarie di usare criteri di giudizio, e di conseguente comportamento, rispondenti a giustizia nel senso di onestà, correttezza e non lesività del prossimo."
    Credo che per capire che il DR. Fulvio Rinaldi "stesse Portando benefici a tutti " non servivano 6anni di processo... bastava semplicemente collegarsi a google, scrivere la parola "giutizia" e leggere...perche le caratteristiche come ONESTA CORRETTEZZA E NON LESIVITà DEL PROSSIMO, le Aveva tutte,e insieme a lui anche le persone che hanno creduto FOLLEMENTE di poter cambiare "il mondo e il modo di fare" di chiunque pensava di meritare di meglio!!!
    non aggiungo altro
    Con immensa stima
    Sara Di Paolosanti

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio Ringraziare i Giornalisti Giulio De Santis ( Il Messaggero ),Davide Giacolone
      ( Libero )e poi Lei L'Ultimo Camerlengo, utile per questo "Passaparola".
      Con Stima

      Valentina Pascolini

      Elimina
  17. Buonasera ,sono Valentina Pascolini, EX Consulente Your Store.
    Dopo un anno dalla nascita dell'anzienda entrai a far parte della Rete Commerciale e rimasi fino al giorno in cui venne dichiarata "Fallita".Vi Posso garantire come Testimone Diretto, di aver vissuto 5 anni di felicita' estrema,strappata violentemente in un solo giorno. Quel giorno in cui quel PM entro negli uffici Your Store e chiuse tutto. Ricordo quando mi arrivo' la notizia, il dolore che provai. Iniziammo a spiegare che stavano prendendo una grande cantonata, ma nessuno ci ascolto'.
    Un'attivita' svolta con impegno e dedizione, nella quale avevo investito tutte le mie forze.
    Come scrive il giornalista Giulio De Santis ( Il Messaggero ) Your Store era una " Creatura" di Fulvio Rinaldi ,ma vi posso garantire che era una Creatura anche per tanti che come me si sentivano in un Paese come l'Italia, finalmente di poter far qualcosa di importante, di giusto, di buono e che dava benefici a Tutti.
    Da quel momento tutto cambio', combattemmo fino all'ultimo giorno per salvarla, ma continuarono a non capire.
    Si aggiunse a complicare tutto, la diffamazione di squallidi personaggi anonimi,che iniziarono a scrivere infamie su alcuni Blog, patrocinati da Ignoranti, proprio come coloro che vi scrivevano, interpellarono come se non bastasse, trasmissioni televisive che a loro volta ,senza verificare ci mandarono in onda descrivendoci come truffatori. Diventarono tutti "paladini della giustizia", tutti contro Your Store SpA e Tutti contro Fulvio Rinaldi. Lo Stato Italiano confuse tutto e sappiamo bene che davanti a Lui , non puoi fare nulla..E cosi fu'!! Your Store SpA Falli'... con Lei anche Io.
    Oggi dopo 5 anni di processi, ho imparato una cosa.... le aziende possono fallire ma le persone no!!Fulvio Rinaldi insieme a tutte quelle persone che gli sono rimaste accanto, oggi ha nuovamente VINTO. Ora mi domando chi chiedera' scusa a Rinaldi, a Noi e all'Economia Italiana ?
    La seconda cosa che ho compreso realmente, e' un qualcosa che il Mondo dice da sempre,ed e' proprio vero, se la comprendi...
    " L'UNIONE CREA LA FORZA"

    RispondiElimina
  18. Mai come in questo momento la verità si è resa pubblica!
    Le prepotenti accuse fatte e le imminenti azioni "legali"...hanno permesso il fallimento di un'idea rivoluzionaria già allora in essere, che avrebbe potuto cambiare le sorti dell'economia italiana. Ma non è una novità...basta pensare all'invenzione dell'automobile con motore ad aria compressa, capace di viaggiare a 140 km/h e con soli 1,40 euro percorrere 200 km...ne avete mai sentito parlare? Beh...chiedetevi il perchè! Inutile elencarne altre...tanto il "perchè" sarebbe lo stesso!
    Oggi, la verità sulla vicenda Your Store, è venuta a galla attraverso processi e testate giornalistiche...spetta a noi il resto!
    Vincenzo Tommaselli

    RispondiElimina
  19. Salve a tutti, sono un imprenditore che ha maturato oltre 40 anni di esperienza nel settore immobiliare. Conoscevo Yourstore e il suo fondatore. Grande azienda la prima, grande essere umano il secondo.
    Il tramite fu mia figlia, consulente dell'azienda, che, entusiasta della rivoluzione che si stava creando, benefica per tutti, riuscí ad entusiasmare anche me. Rimasi meravigliato quando mi accorsi che imprenditori appartenenti a diversi settori si erano affacciati sul mondo yourstore e si erano uniti per creare qualcosa di gigante!
    Il fallimento fu un colpo al cuore per tutti. Parliamo di migliaia di persone. Non so quanti avrebbero resistito a tanta diffamazione, a tanta disonestà, a tanta leggerezza da parte della Giustizia. Leggo spesso sui giornali di imprenditori che hanno un tracollo psicologico dopo esperienze simili...persone brillanti che vedono sgretolare il loro lavoro in un batter d'occhio...e cadono in una depressione che a volta sfocia in un suicidio.
    Quando il motivo di tutto ciò dipende da un errore di qualcun altro, chi tutela la vita di queste persone? Rischiare fa parte del mestiere, ma essere sopraffatti da decisioni sbagliate di personaggi potenti no!
    Sono orgoglioso di conoscere Rinaldi, per diversi motivi...uno fra tutti é quello che ha insegnato, attraverso la sua lotta, cosa significa difendere le proprie idee.
    Per noi imprenditori é indubbiamente un modello da seguire.

    Miro De Angelis

    RispondiElimina
  20. Salve, mi piace dare una modesta testimonianza dal momento che anch'io conosco la storia e le persone. Il valore di Fulvio Rinaldi traspare dalla sua iniziativa vincente, ma non si é fermato li...io ho assistito personalmente alla Formazione che faceva ai consulenti: li ho conosciuto il suo segreto...credere che la crescita di un'azienda dipenda dalla crescita delle persone che la compongono. Prima ci sono le persone, poi gli affari. Grande Fulvio!

    Mara De Rossi

    RispondiElimina
  21. Buonasera,
    Sono Luisa Brozzi, ex consulente Your Store. Prima di conoscere il grande progetto Yourstore stavo per fare il biglietto di sola andata per l'estero e invece ho scelto di rimanere in Italia, di far parte di quella azienda rivoluzionaria e con un grande obiettivo da raggiungere: diventare un colosso in Italia per poi portare il progetto in tutto il mondo. Finalmente avevo l'opportunità di creare una carriera imprenditoriale, strategicamente perfetta, in grado di risollevare non solo la mia economia ma dell'intero stato italiano! E poi dopo poco tempo lo stato italiano scelse di bloccare questa crescita. E quindi non dobbiamo stupirci se l'Italia e' in piena recessione! Stare accanto a persone come Fulvio Rinaldi e ai suoi soci e' stata un'esperienza di crescita personale e professionale non paragonabile a qualsiasi corso di laurea, corsi specialistici, master che vi possa venire in mente. E oggi la sentenza di vittoria mi emoziona, non solo perché si dichiara esplicitamente la genialità del progetto economico, soprattutto perché ora inizieremo a dire la nostra. E vi assicuro non solo a parole!

    RispondiElimina
  22. SONO 19 ANNI CHE CONOSCO FULVIO RINALDI E LA PRIMA VOLTA CHE LO VIDI E CI INCONTRAMMO CON LO SGUARDO MI SORRISE,LO STESSO SORRISO CHE NON CI HA FATTO MANCARE IN QUESTI 6 ANNI,NONOSTANTE TUTTO E TUTTI,NONOSTANTE CARTE BOLLATE E MALELINGUE,NONOSTANTE LA PRESUNZIONE DI REATO E LA IMBECILLITA' DI CERTI PERSONAGGI DA AVANSPETTACOLO(E LI STO' ELOGGIANDO).IO LI VISTI ANDARE IN TV(E NON TUTTI HANNO AVUTO IL CORAGGIO DI FARSI VEDERE......SIMPATICONI)E HO PIANTO INSIEME HAI MIEI AMICI LA FINE DELLA YOURSTORE E DELLA MAGNIFICA CARTA BLU,HO COMBATTUTO CONTRO LA SCONFITTA INGIUSTA E LA DELUSIONE,MA DIRO' PER TUTTA LA MIA VITA GRAZIE AL DOTTOR FULVIO RINALDI PER I SUOI INSEGNAMENTI PER LA SUA LEALTA' PER LA SUA ONESTA' MA SOPRATTUTTO GLI SONO DEBITORE DI UN SORRISO.NON C'E' NON C'E' STATA E NON CI SARA' INGIUSTIZIA.......!!!!CHE POTRA MISTIFICARE QUEL SORRISO. MAURIZIO RIZZO EX CONSULENTE YOURSTORE

    RispondiElimina
  23. roberto galli8 aprile 2012 01:27

    Buonasera,
    sono Roberto Galli, tassista romano, combattente per indole, ed essendo un padre di famiglia per necessità. Dalla vicenda Rinaldi/Your Store, ho tratto degli spunti di riflessione, in maggior parte positivi. Sono convinto del fatto che niente accade per caso, che tutto abbia una logica, un significato ed un tempo esatto....il tempo per l'evoluzione. Questi lunghissimi sei anni di avversità, di fango, di accuse, la maggior parte delle quali, formulate da anonimi su blog poco credibili, di blocco delle attività e dei beni, avrebbero demolito chiunque....ma non chi era forte della verità. La verità era quella di aver creato un sistema, un meccanismo davvero rivoluzionario, conveniente e coraggioso, con il quale poter sviluppare delle opportunità di guadagno innovative, concrete, reali.
    Lo spessore di un uomo, il suo valore, non va ricercato in ciò che egli raggiunge, ma in ciò che vorrebbe raggiungere e la determinazione e la pazienza con la quale Rinaldi ha atteso il momento della riabilitazione, lo rende meritevole di un successo superiore di quello assaporato in passato. La mortificazione, l'umiliazione dell'uomo e della sua idea, da parte di un sistema che va contro il suo stesso interesse, toglierebbe ogni residuo di ottimismo anche al più incallito degli ottimisti. Partecipando a dei corsi di formazione tenuti nel frattempo dallo stesso Rinaldi, conoscendolo personalmente, ho potuto maturare queste mie convinzioni e poter essere sinceramente ottimista per il futuro mio e dei miei figli. Finché avremo la possibilità di avere esempi simili da cui imparare come difendere con coraggio le proprie idee, come proteggere i propri sogni, come combattere per realizzare gli stessi, saremo in grado di comprendere che, la vita non offre un piacere più grande del superare le difficoltà e passare da un successo ad un altro, del formare nuovi desideri, di vederli realizzati e quando ti dà mille ragioni per piangere, dimostrarle che hai mille ed una ragione per sorridere. Come la fenice...le ceneri della Your Store, hanno restituito un uomo più forte, che ha migliorato le sue idee e in grado di segnare la storia.
    Grazie Fulvio.
    La grande storia vera è quella delle invenzioni; sono infatti le invenzioni che provocano la storia.
    (Raymond Queneau)

    RispondiElimina
  24. Salve a tutti, mi chiamo Giovanni B. Prignano, ex consulente della Yourstore spa.Conobbi l'azienda nel 2004. Dopo i primi mesi di attività decisi di partecipare ad un corso di formazione offerto dall'accademia dell'azienda, la Youracademy. Fu in quell'occasione che cominciai a comprendere pienamente il valore di quello che stavamo facendo. Fu meraviglioso scoprire che, mentre distribuivamo cartablu e ampliavamo il nostro circuito di negozi, stavamo costruendo una nuova realtà, nella quale potevamo crescere, nella quale invece di essere al servizio dei numeri, delle bollette da pagare..etc..
    erano i numeri ad essere al nostro servizio. Una realtà che stimolava la creatività di ognuno di noi, invece di reprimerla.Una azienda che credeva nelle persone, nel potenziale delle persone , haimè, per troppo tempo inespresso.Era esattamente ciò che serviva in Italia, e a tutti gli italiani in quel momento!! Quella creatura di Fulvio Rinaldi è stata violentata, prima da quel magistrato sardo, poi dalla procura. Tradita da qualcuna di quelle persone che ha preferito scegliere di credere alle accuse oggi dimostrate infondate.E' stata uccisa,insieme ai sogni di tante persone. Oggi, dopo sei anni, mi rendo conto di quante emozioni ho tenuto dentro, anche tanta rabbia. Condivido pienamente tutti i vostri commenti, e voglio dire solo una cosa. Può morire un'azienda, ma l'idea può solo diventare più forte!!!

    RispondiElimina
  25. Salve sono Paola Zoppi ex consulente della Your Store
    s.p.a .Mi ritengo una Persona fortunata perchè conosco il Dott Fulvio Rinaldi da oltre 6 lunghissimi anni.
    Ho vissuto le vicende della YS fino all'inevitabile fallimento in cui ci ha scaraventato il sistema.
    Ricordo benissimo quel giorno : in un interminabile momento ho visto il Mio Sogno, i Valori miei e delle altre Persone che portavano avanti il progetto con Onestà,Lealtà e la Volontà di apportare beneficio all'economia del nostro paese (considerate che ho conosciuto migliaia di consulenti provenienti da tutte le regioni italiane),venire cancellati da mani invisibili e sconosciute che si tutelavano dietro il nome della Giustizia.Ma è stato solo un "interminabile momento": ho imparato dal Dott. Rinaldi a non fare mai un passo indietro quando sei forte della tua Verità.
    Ho capito che ci sono veramente tante persone che vogliono portare un cambiamento in Italia. Ma ho imparato sopratutto dal Dott. Rinaldi l'"Arte di vivere" con coraggio e determinazione.
    Ringrazio l'ultimo Camerlengo per interessarsi della ns storia e chiudo con un ultima domanda "ASSOLTO DOPO 6 ANNI,CHI LO RISARCIRA'?

    RispondiElimina
  26. Salve a tutti sono Cristiano Santi Ex Consulente Your Store S.p.a. voglio ringraziare chi sta combattendo da tempo per far si che la VERITA' si conosca e che GIUSTIZIA sia fatta... Voglio intanto ricordare la Lettera aperta che fece il Dr Fulvio Rinaldi nel periodo del blocco aziendale, Martedì 18 Novembre 2008 e ancora presente in rete...

    con altre testimonianze di affetto e di stima di tante persone che si battevano per i propri SOGNI e che ancora OGGI non hanno MOLLATO!!!

    http://yourstore-spa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  27. Salve a tutti, sono Gianluca Giansante e nel 2003 mi lanciai nel progetto Your Store SpA, consapevole che fosse "L'OPPORTUNITA'" della mia vita. Il progetto ideale per crscere sia personalmente che economicamente mentre si contribuiva al PAESE ITALIA. Tutti i giorni fino al fallimento, erano dedicati col masssimo dell'entusiasmo alla realizzazione del prgetto, perche a NOI nn serviva un processo o un giudice che dicesse "IL SISTEMA PORTA DEI BENEFICI A TUTTI", era palese. Ringrazio chi oggi da merito e risalto alla vicenda Your Store SpA e il Dr. Fulvio Rinaldi, la persona che ha visto uccisa la sua "CREATURA" e con lei, il sogno di migliia di persone, mai dome e pronte a ripartire.....

    RispondiElimina
  28. Buongiorno, Giusy Aragona, 31 anni, ex consulente YourStore. Poco prima di conoscere il progetto YourStore ero una ragazza alla ricerca di un'opportunità. Volevo avere l'opportunità di crescere a 360°, di imparare nuove cose, di mettermi in gioco in contesti che non conoscevo, di cogliere sfide professionali, di distinguermi - con merito- per il valore manifestato mentre mi impegnavo nel costruire qualcosa di importante ed imperituro. Ero consapevole, però, di vivere all'interno di "un sistema che umilia il merito e premia la gestione burocratico-sterminatrice della giustizia". Mentre mi guardavo intorno e vedevo uccisa la meritocrazia, continuavo a pensare, ormai rassegnata, che la mia idea di un mondo abitato da uomini di buona volontà, con sprtito d'intrapresa e portatori di benefici per un'intera collettività, fosse un'utopia! Poi incontrai YourStore e credetti d'impazzire di gioia!! Tutto ciò che avevo sognato esisteva davvero. Fulvio Rinaldi, "imprenditore brillante", come è stato definito in questo articolo, aveva creato una realtà imprenditoriale innovativa e rivoluzionaria. un progetto semplice e, al tempo stesso, geniale attraverso cui promuovere una nuova modalità di fare economia, qualcosa che avrebbe potuto risanare disservizi strutturali del nostro Paese, facendo diventare consuetudine un nuovo modo di interpretare l'azienda...invece è stato bloccato..assurdo! I sei anni vissuti in YourStore sono stati gli anni più intensi, emozionanti, adrenalinici e pieni di Senso che abbia mai vissuto. Orgogliosa e fiera di essere stata pioniera di un mercato - seppure ostile - insieme a Fulvio Rinaldi e ad un gruppo di persone valorose a cui va tutta la mia stima. Conosco personalmente Fulvio Rinaldi e da lui ho imparato tutto il "bello" che oggi io sono. Con la sua tenacia, con la sua onestà, con la sua estrema congruenza e con la sua sconfinata umanità, mi ha insegnato cosa vuol dire avere una Visione da realizzare e cosa vuol dire avere il coraggio di portarla avanti fino in fondo..contro tutto e tutti... per questo non smetterò mai di ringraziarlo! Nel Medioevo gli innovatori, i geni venivano bruciati sul rogo, oggi vengono fermati da processi immotivati..al termine dei quali pensano di poter dire semplicemente: "scusate, ci eravamo sbagliati"! Io credo che, in verità, YourStore non sia mai fallita... perchè ciò che conta è l'idea... l'aver creduto di poter realizzare un Sogno.

    RispondiElimina
  29. SOno troppi e tutti scritti con passione e verità i commenti al post. Per questo ho deciso di dare atto di questa per me bellissima cosa attraverso un altro post, che se volete potrete leggere. Qui posso solo ripetere "grazie a tutti " per aver dato per un giorno un senso diverso a questo blog. Uno in particolaree a Fulvio Rinaldi, che non ha scritto nulla, ma si è segnato tra gli amici del camerlengo. Cosa che ovviamente mi riempie di orgoglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi ha avuto l'opportunità di conoscerlo sa già cosa direbbe Fulvio Rinaldi.

      Elimina
  30. Sono Fabrizio Leoni 38 anni , ex consulente Your Store e volevo rivolgere i miei personali complimenti e ringraziamenti al giornalista Giacalone per essersi interessato oggi alla vicenda di Malagiustizia subita dalla Your Store dal Dottor Fulvio Rinaldi , che conosco da anni, e da tutti i clienti consulenti ed esercenti.. Nel leggere questo blog sono ritrascorsi in me come un film gli ultimi anni passati ad affrontare il mercato ed i pregiudizi ingiusti ma esistenti in virtù di una sentenza legale assente per 6 lunghissimi anni.. Oggi consapevole che nella vita tutto torna so che questo che sta accadendo è un acconto di tutto il bello che verra... Schiavo solo del mio SOGNO!!!!

    RispondiElimina
  31. Salve sono Francesco Taussi, 25 anni ex consulente Yourstore. Quando colsi quest'opportunità ne avevo solo 18. Avevo poca esperienza ma tanta voglia di fare. Con il tempo non solo quest'esperienza mi portò una crescita professionale e personale, ma mi accorsi che ero salito su un mezzo che aveva le possibilità di successo di una grande azienda; proprio come i grandi nomi dell'economia. Mi sembrava incredibile. Ero così felice! E poi? l'ombra di una burocrazia arretrata.La storia oggi, anzi la verità, dopo 6 anni, viene fuori attraverso i media. Sicuramente non può che farmi piacere. La mia voglia e determinazione oggi mi permettono di essere qui e provarci ancora in Italia. Ma ho molti amici che sono andati all'estero. Come non capirli. Un paese che si dichiara moderno che invece di perseguire l'innovazione promuove un sistema chiuso, logoro e che tarpa le ali alle nuove idee, all'evoluzione e alla libertà delle nuove idee!
    Yourstore era solo un gruppo di persone semplici, una rivoluzione partita dal basso.
    Viva le nuove idee,vviva il rischio, viva Yourstore!

    RispondiElimina
  32. Il primo ringraziamento va all'autore del blog che oltre a dare la possibilità a persone meravigliose di poter dire la loro, ha anche avuto l'intelligenza di divulgare un messaggio di libertà e meritocrazia...
    Il secondo ringraziamento va alle persone appunto meravigliose che mi hanno preceduto, i sopravvissuti (poche decine su migliaia di consulenti) onorato di vivere al vostro fianco...
    Il terzo ringraziamento va agli autori degli articoli (messaggero e libero) e approfitto per collegarmi al punto in cui si dice che dovremmo andar via dall'Italia solo dopo aver scacciato un sistema che umilia il merito... Personalmente ringrazio la malagiustizia, perchè è talmente evidente che mi ha dato l'opportunità di capire che senza di essa, le persone non avrebbero più alibi per dare la colpa a qualcuno del loro insuccesso... Invece grazie ad essa vediamo ogni giorno sui social network, annunci di persone che si lamentano contro il governo invece di cercare nuove strade... Ho incontrato migliaia di persone da quando nel febbraio 2006 mi sono innamorato del progetto yourstore, imprenditori, dipendenti, disoccupati, studenti, politici, ecc. tutti che incolpano la malagiustizia ma solo pochi che si sono rimboccati le maniche e hanno scelto di assumersi la responsabilità di cambiare le cose primaditutto per se stessi...e per pochi intendo me, e torno a dire le meravigliose persone che mi hanno preceduto in questo blog..MIEI FRATELLI.
    Condivido tra le varie pubblicazioni che sono talmente tante le esperienze fatte in questi anni da non poterle condividere su questo blog nonostante sia una grande iniziativa e sicuramente vincente...
    Il quarto ringraziamento va alla WIN spa, composta da quei sopravvissuti che hanno dato continuità ad una idea Vincente e approfitto per dire che in realtà non abbiamo perso 10 anni, quelli li ha persi l'Italia e gli italiani, e non abbiamo fallito perchè il progetto sta talmente avanti che questi anni andati a me personalmente hanno fatto il solletico ma di certo hanno permesso a pochi di essere pronti a guidare chiunque oggi abbia realmente voglia di essere SODDISFATTO in tutti i sensi... E quei pochi, sono sempre i miei FRATELLI... a proposito, ci trovate attualmente all'hotel Antonella a Pomezia, per chi volesse passare dalla teoria alla pratica e l'invito è aperto a tutti...tutti quelli che vogliono vivere in un sistema che ONORA IL MERITO e premia le persone che scelgono di non lamentarsi ma di agire...
    L'ultimo ringraziamento va ad una persona che 6 anni fa vedevo da lontano, sui palchi, ed oggi invece ho il grande privilegio e merito di essere un suo amico...non a caso lui ha rischiato la galera e la fame, io fortunatamente solo la fame... Si perchè oltre alla malagiustizia, in questi anni anche le persone più vicino a me, compresi i familiari, hanno creduto che io fossi uno stupido che si fosse fatto truffare e vi garantisco che ritrovarsi derisi e ridicolizzati dalle persone più vicine a te fa molto più male della malagiustizia...e il bello è che non ti giudicano perchè sono cattivi ma perchè sono talmente assuefatti dalla malagiustizia che inconsapevolmente la difendono...
    E cmq, l'ultimo ringraziamento è per te, Fulvio, amico mio... Per te che mi hai dato la possibilità di capire che si puó essere felici e guidare la propria vita a PIENA GRATIFICAZIONE.

    RispondiElimina
  33. Conosco Fulvio e tutta la sua storia da anni e leggere gli articoli mi ha dato due emozioni contrastanti.. Da un lato la delusione per un paese dove invidia sociale e gelosia per il successo altrui sembrano valori condivisi.
    Perchè in questo paese se il nome è USA e l'origine è straniera il successo NON fa paura.. probabilmente molti "perdenti" riescono a tollerare che il giovane di successo si chiami David ma non Fulvio; magari è più facile dire "sono americani, non potremmo competere nemmeno volendo..", per autogiustificare la propria mediocrità.
    Ma gli stessi sentimenti, aggravati dal fatto che la è fonte istituzionale, li provo per la nostra "macchina" (inceppata perennemente) della (in)giustizia italiana.
    Se un imprenditore sbaglia (e qui, udite udite, non è nemmeno successo!), fallisce: il che vuol dire che "paga" con tutto ciò che ha e ne resta traccia per anni, in tutte le fonti di pubblicità commerciale, come una macchia disonorevole.
    Ma se sbaglia uno, o più magistrati e per anni, distruggendo risorse, sogni, lavori, mettendo per strada famiglie, ma soprattutto demolendo la voglia di fare impresa dei giovani in Italia.. allora è tutto ok. Pazienza, cosi va l'Italia.
    Ma la cosa più assurda è che, in questo caso, non ci sono stati nemmeno errori imprenditoriali!!
    Solo un grande "bluff" ..
    L'altro sentimento che invece mi pervade e per fortuna domina è quello della determinazione ad andare avanti, anzi a riprovarci più forti di prima, più determinati di prima, più preparati di prima.. anche perchè oggi c'è la comunicazione via internet che è "inarrestabile" e che finalmente rimette un pò di equilibrio nella sgangherata bilancia della giustizia italiana.
    Diffondiamo ovunque la notizia, facciamo sentire il peso di quella massa di persone, ancora grande per fortuna, che non teme il successo altrui ma ci si ispira per crescere, che si ostina a voler fare successo con onestà in Italia, malgrado lo Stato italiano (ed è tristissimo doverlo ammettere..).
    Continuiamo a guardare avanti, cominciamo a crederci per davvero, smettiamo di osannare gli americani come fossero alieni dotati di intelligenze a noi inaccessibili.
    Perchè Groupon e Facebook, se fossero nate qui, sarebbero probabilmente finite ... in qualche procura, anzichè nella maggior parte dei computer del mondo! :)
    Realizziamo senza paura, diamo al resto del paese esempi costruttivi, smettiamo di piagnucolare sull'art.18 per aggrapparci a un lavoro che non c'è più, rendiamo le varie "Groupon" delle semplici esperienze imprenditoriali cui rispondere con i fatti, made in Italy!!
    Il tutto, naturalmente, sotto l'egida, fondamentale, di ONESTA', verso tutti e sempre!
    Io da anni, come formatore e motivatore, ma anche come imprenditore, mi batto e continuerò a farlo, per permettere ad ognuno, come direbbe la mia amica Claudia, di essere "qualcuno"!
    Crediamoci.. perchè "non sono le aziende ad avere successo, ma le persone che le compongono"!

    Stefano Santori

    P.S. Dimenticavo.. io amo il mio paese. E se tutti ci rendessimo più conto del potenziale della genialità imprenditoriale italiana.. forse oggi avremmo lanciato noi italiani un OPA per comprare Groupon!! E per rimetterla a posto, perchè non è tutto oro quello che luccica USA! ;)

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. sono Franco Tota, ho conosciuto Fulvio Rinaldi 3 anni fa ed ho apprezzato la sua profonda umanità e amore per le persone. auguro a tutti di poterlo incontrare......

    RispondiElimina
  36. Salve a tutti, mi chiamo Cristina Tarquini ed ho avuto il piacere di conoscere Fulvio Rinaldi attraverso altre persone e con lui anche tutta la vicenda Yourstore. Sono venuta a conoscenza di questo blog solo questa sera e non voglio perdere neanche un altro secondo per lasciare anche io un messaggio a favore del dott. Fulvio rinaldi. Io non posso sapere ciò che ha passato Rinaldi in questi 6 lunghi anni, ma posso dire che sto vivendo qualcosa di simile da ben 15 anni e non è ancora finita. Questa vittoria di Rinaldi e Yourstore mi ha riacceso una speranza di rivincita nei confronti della malagiustizia. Un grazie di cuore a Rinaldi ed al giornalista Giacalone per avermi riacceso quella fiammella che si era assopita da tempo.

    RispondiElimina
  37. Salve a tutti sono Vincenzo Camaioni ex consulente della your store...conobbi quella fantastica realta nel luglio 2007 e da subito scelsi di diventare consulente dell azienda innamorandomi da una parte del modello di business che era eccezionale e dall altra parte delle persone che la componevano..persone che da sconosciute per me diventarono miei compagni di avventura perche tutti quanti insieme avevamo un sogno comune.Conobbi Rinaldi e mi diedi modo di partecipare anche alla sua formazione...nel corso di questi anni anche grazie a lui ho imparato ad amare la vita ed apprezzarla ogni singolo momento a lottare ogni giorno per i miei sogni e di non permettere a niente e nessuno di rinchiuderli in un cassetto rimamemdo sempre in linea con i propri valori. Gia dall inizio della mia attivita ricordo che venivo ridicolizzato e non creduto vuoi la mia giovane eta e vuoi anche le vicende giudiziarie che accaddero poco prima e trovai la maggior parte delle persone tra cui amici e parenti scettici e preoccupati per me perche leggendo blog scritti da anonimi sul web e chiacchiere da bar preferivano credere che loro stavano nel giusto e io la ys dalla parte di chi voleva solo truffare.Personalmente scelsi di ignorare quei consigli carichi di paura e mi fidai ciecamente di me e di componeva ys.
    Ogni giorno mi svegliavo sempre piu consapevole di realizzare un qualcosa che poteva dare benessere a me stesso e agli altri e ogni giorno che passava mi arricchivo di unespeeienza personale e professionale in piu fino a quel giorno che ha sancito la fine burocratica di quel progetto...Le aziende possono anche finire ma la persone che nel rispetto dei propri valori si creano una strada che consenta di apportare un innovazione e maggiore benessere nelle proprie vite e di chi incontrano nel loro cammino sono inarrestabili perche hanno scelto di realizzare quel sogno al di la di qualsiasi cosa accada e solo questione di tempo...GRAZIE RINALDI GRAZIE YOUR STORE

    RispondiElimina
  38. Buongiorno a tutti, Alessio Sgamma 29 anni ex consulente Yourstore S.p.a.! Sempre fiero e orgoglioso di aver fatto parte di una delle più grandi realtà italiane fermata e violentata senza motivo, o forse un motivo c'è: la PAURA!!! Già, la Yourstore di paura a questo sistema ne aveva messa tanta ed ecco che lo stato ti schiaccia, ti perseguita e poi dopo sei comodi anni ti chiede scusa!!!! SVEGLIA SIGNORI SVEGLIA!!!!! GRANDE YOURSTORE E SOPRATTUTTO GRAZIE FULVIO RINALDI!!!!!

    RispondiElimina
  39. Andrea Tommaselli 44 anni,voglio dire della Your Store SpA, azienda "che fu" di belle speranze tra le fila della quale ho vissuto piu' che attivamente per diversi anni, coltivando concretamente, finalmente, il sogno di far nascere dal nulla la possibilita' di creare benessere per molti.
    Quel sogno era divenuto realta' attraverso l'agire di un modello di business rivoluzionario,che dava benefici a tutti nella fattispecie individuati in consumatori, commercianti e consulenti;insomma il panorama globale dei consumi di un paese...Grandioso!! Geniale!! Del resto noi Italiani siamo un popolo di geni, tra pittori ,poeti , inventori , abbiamo segnato la storia , da sempre.
    Peccato che prima di segnarla abbiamo sentito il sadico bisogno di mettere alla gogna i protagonisti, abbiamo sempre riconosciuto le loro gesta dopo averli massacrati o dopo addirittura il loro passaggio a" Miglior Vita".
    Ed e' cosi che sulle idee Made in Italy nascono aziende estereofile colossali, che finiscono per essere da noi stessi acclamate!!! Incredibile!!!
    Questo e' accaduto ancora... E' accaduto alla Yuor Store Spa , alla azienda che ho sentito mia per condivisione e impegno profuso, e' accaduto ancora ad un Genio , ad un Genio Italiano al Dott. Fulvio Rinaldi, che aveva molti anni fa , quando i fautori di Groupon e affini erano Nessuno, le idee molto chiere in quanto a Marketing e E-Commerce, ma l'abominevole sopruso perpetrato dal sistema Italia per mano di una giovane zelante PM , accecata dall'opportunita' di mettersi in mostra,ahime' ha inpastoiato la nobile impresa in sei lunghi anni di tribunale, fino al naturale fallimento.
    Bene il copione e' ripetuto signori!!!
    Groupon sugli scudi del Mondo, i pionieri Italiani nell'anonimato...
    Ma niente paura, per fortuna la genialita del genio...non puo' essere obnubilata...
    e' viva,pulsa, si dibatte...
    Saluto specificatamente i miei inossidabili compagni di viaggio,e, tutti quelli che arriveranno.
    Con eterna stima

    Andrea Tommaselli

    RispondiElimina
  40. SALVE A TUTTI!!

    Avendo contribuito alla crescita del rivoluzionario progetto YOURSTORE SpA, voglio approfittare per ringraziare i giornalisti Giulio De Santis ( Il Messaggero ),Davide Giacolone ( Libero )e poi Lei L'Ultimo Camerlengo, utile per questo "Passaparola".

    Ci tengo a sottolineare che sono FIERO ed ORGOGLIOSO di aver fatto parte di quel Gruppo di uomini e donne Valorosi che hanno combattuto a fianco del Dr. Fulvio Rinaldi.

    "Il SISTEMA ti puo' spogliare di tutto fino a farti credere di Essere Fallito...ma la CONSAPEVOLEZZA del VALORE per l'uomo ONESTO e CORAGGIOSO, anche dopo aver subito un SOPRUSO, rimane IMMUTATA."
    GRAZIE FULVIO RINALDI...GRAZIE YOURSTORE.

    MARCO SABELLI

    RispondiElimina
  41. Buongiorno a tutti, cercando di conoscere un po’ meglio la Vostra storia, incuriosito dai vostri commenti, ho trovato questa vecchia testimonianza che riporto in calce e che, a mio parere, mette in risalto degli aspetti fondamentali della vostra filosofia di business che probabilmente sono quasi, se non del tutto impossibili, da trovare. Sono talmente tante le persone che raccontano in modo estremamente positivo della loro esperienza in Yourstore che mi duole non avere avuto la possibilità di conoscerla.
    Giampiero Rossi

    MERCOLEDÌ 19 NOVEMBRE 2008
    Salve,
    sono Errico Debora,consulente della yourstore spa da poco più di un anno,Vi scrivo per raccontare la mia esperienza all'interno di questa azienda in quanto sono venuta a conoscenza della partecipazione del Presidente Dott.Fulvio Rinaldi della yourstore spa alla Vostra trasmissione che andrà in onda questa sera.
    Sono entrata a far parte di questo gruppo ad ottobre del 2007 tramite un carissimo amico di famiglia,inizialmente ho considerato solo il lato economico di un business innovativo come il nostro,ma ben presto mi sono resa conto che la yourstore non è basata solo sulla distribuzione di un prodotto,ad oggi rinnovato,che offre tantissimi servizi ed aperto al mercato internazionale,ma è molto di più.E' soprattutto aiutare gli altri nella crescita professionale e personale,le persone che più ami,che più ti sono vicine,facendogli vivere la tua stessa straordinaria esperienza.
    Posso testimoniare che i corsi di formazione della youracademy,tenuti in prima persona dal presidente non sono corsi finalizzati alla distribuzione del prodotto,ma sono corsi di formazione sulla leadership,sono corsi che messi in atto nella nostra attività,sicuramente velocizzano il network,ma messi in pratica nella vita quotidiana,ti permettono di conoscere a fondo te stesso e di interagire in modo migliore con gli altri e di comprenderli,cosa che oggi non fa nessuno, perchè siamo tutti alla ricerca di qualcuno che capisca noi, le nostre esigenze e i nostri desideri,senza preoccuparci di quello che gli altri vorrebbero.
    Per quanto riguarda la struttura della carriera,credo che sia quella che tutte le aziende pubbliche e private dovrebbero adottare.
    Il sistema meritocratico,come il nostro,aumenta nelle persone la volontà la gioia e la passione per il loro lavoro,senza contare la possibilità di diventare manager e magari di rivoluzionare la propria vita.
    Sarebbe bello entrare in un'azienda pubblica e trovare persone che amano il loro lavoro e ti accolgono con un sorriso...no?
    Io affianco questa attività ad un altro lavoro e posso assicurarVi che nel mio ufficio non c'è un giorno in cui qualcuno non sbuffa e non si lamenta per qualcosa...purtroppo nessuno ha ancora insegnato loro come gestire le informazioni,come prefissarsi obiettivi a breve e a lungo termine,o semplicemente sono consapevoli che per i prossimi venti anni della loro vita dovranno svolgere le stesse mansioni e si dovranno accontentare e far accontetare i loro figli.
    Ecco, io non mi accontento,non voglio dover rinunciare più a tante cose e non voglio dire a mio figlio:mamma e papà non possono permetterselo.
    Voglio semplicemente vivere bene e non credo sia un reato.
    Al mondo però ci sono tante persone che vivono bene economicamente,ma non interiormente ed è questo il punto non mi accontento neanche solo di uno stile di vita elevato,continuerò il mio percorso di formazione all'interno della youracademy,che mi ha dato tanto,mi ha fatto ricominciare a credere in me stessa,a credere che la mia vita non è solo dedicarmi a mio figlio,ma migliorare le mie conoscenze per migliorare la sua crescita.
    La buona riuscita delle proprie azioni è determinata dal modo in cui si svolgono,quindi so' che la mia crescita determina l'evoluzione di mio figlio,non si è bravi genitori solo trascorrendo tanto tempo con i propri figli,quello che conta è la qualità del tempo che gli si dedica.
    La formazione del Dott.Fulvio Rinaldi mi ha cambiato la vita ed è solo l'inizio...
    Pubblicato da Debora a 05:36 0 commenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Giampiero!!
      Mi fa piacere leggere questa Testimonianza Passata, per tante persone erano cambiate finalmente le cose.
      Dietro una Grande Idea , per realizzarla ci devono essere Grandi Uomini.
      Per Grandi intendo persone di valore, che hanno il coraggio delle proprie idee fino in fondo,insomma di buona volonta'.
      Conoscere il Dott.Fulvio Rinaldi e' stata una grande opportunita' per me e come puo' notare per tante altre persone.
      L'onore piu' grande e' stato negli ultimi sei anni, quello di osservare un uomo che con umilta' e determinazione, non ha mai smesso neanche un momento di credere nel suo sogno.
      Oggi si puo' iniziare nuovamente a Vincere..!!
      Grazie della Testimonianza.
      Saluti

      Valentina Pascolini

      Elimina
  42. SALVE A TUTTI...Roberto Lugarini ex consulente della Your Store S.p.a. Un pò di anni fà un filosofo(Arthur Schopenhauer)sosteneva che quando ti confronti con delle menti mediocre, Le GRANDI IDEE subiscono tre fasi.La Prima:vengono RIDILICOLIZZATI, La seconda: VIOLENTEMENTE CONTESTATI, La terza:RICONOSCIUTE COME OVVIE.Molte persone si fermano alla prima o alla seconda fase...nonostante avessero delle idee valide... Posso testimoniare per esperienza personale vissuta, che solo GRANDI UOMINI riescono con la propria Visione ,Determinazione ,Credo e Coraggio a difendere e a portarle avanti fino all'OVVIETà.Si oggi (dopo 6 lunghissimi anni)è OVVIO che la CREATURA del Dr.FULVIO RINALDI dava BENEFICI A TUTTI!!! Rinnovo la mia piu profonda stima ai miei compagni di viaggio e RINGRAZIO La Vita per avermi dato l'opportunità d'incontrare YOUR STORE ma soprattutto FULVIO RINALDI

    RispondiElimina
  43. Bene GIampiero,complimenti per il tuo post. In riferimento al fatto che ti duole non aver conosciuto la Yourstore spa, ti dico che sono riusciti ad uccidere un'azienda, ma le persone che la componevano sono ancora vive, anzi... più vive di prima! Stay tuned!!
    Giovanni Prignano

    RispondiElimina
  44. Salve a tutti , mi chiamo William Prosperi.
    Conosco tutta la vicenda YourStore S.p.a da quando questa era solo un idea su carta , ho lavorato con questa azienda prima come consulente e poi come dipendente fino al giorno che questa è stata ingiustamente chiusa. Oggi lavoro come imprenditore e vi assicuro che operare vedendo cosa la giustizia italiana può fare a dei giovani imprenditori per colpa della sua inadeguatezza , ti porta spesso a pensare che questo paese tende a distruggere chi vuole veramente realizzare , costruire e inseguire il proprio sogno , tutelando solamente chi ha conoscenze nei vari palazzi o è pronto a scendere a compromessi.
    Conosco il Dott. Rinaldi da più di 10 anni e ho vissuto insieme a lui tutte le vicessitudini che lo hanno colpito negli ultimi tempi. Da imprenditore trovo in lui quei valori e quelle idee che, nonostante il paese in cui viviamo, ti incoraggiano e ti spingono a continuare a combattere per raggiungere i propri obiettivi.Vederlo accusato ingiustamente , attaccato via web da anonimi personaggi che non hanno nemmeno il coraggio di mostrare la propria identità , mi fa rabbia e disgusto.
    Stando vicino a lui, tutto quello che mi ha dato forza durante il processo , è stato vederlo sempre estremamente fiducioso e determinato nel far valere davanti a tutti e spesso contro tutti la sua onestà e la sua voglia di continuare a lottare e a perseguire le sue e le nostre idee.
    Sono le persone come Fulvio che vanno prese come riferimento se si vuole veramente provare a cambiare il paese in cui viviamo.

    RispondiElimina
  45. Patrizia D'Auria10 aprile 2012 14:38

    Buongiorno,

    sono Patrizia D'Auria e anch'io sono stata una consulente della YourStore spa. Intanto voglio fare i miei complimenti all'Ultimo Camerlengo, a Davide Giacalone e a Giulio De Santis per aver dato nota a questa vicenda. YourStore è stata una azienda portata avanti da persone di buona volontà, con la voglia di realizzare qualcosa di grande e di straordinario in questo nostro paese Italia.
    Conosco personalmente il Dott. Fulvio Rinaldi, ideatore del progetto, e quando l'azienda fu indagata nel 2006 mi sembrava assurdo che una delle persone migliori che conosco potesse essere finito nel mirino delle istituzioni, poi ho capito..infatti se volgiamo uno sguardo indietro, nella storia dei grandi dell'umanità, è ovvio...Gandhi, Martin Luther King e potrei andare avanti...tutti hanno subito ingiustizie dal sistema.

    Oggi a distanza di sei anni, posso dire che l'esperienza YourStore mi ha donato la forza che oggi ho, il coraggio di essere me stessa; la sicurezza che le cose si possono cambiare, che la vita di ognuno può diventare un grande capolavoro applicando visione, tenacia, coraggio, passione, dedizione e soprattutto senza mollare mai!

    Voglio ringraziare il gruppo di punta della YourStore S.p.A. perchè mi ha dimostrato che tutto è possibile se ci credi e voglio ringraziare il Dott. Fulvio Rinaldi per la meravigliosa persona che è.

    Grazie per aver creato un mezzo che dà la possibilità a tutti quelli che vogliono di rivoluzionare la propria vita.

    Grazie per aver dimostrato l'intelligenza della vita con un semplice atto continuo...

    Grazie per avermi mostrato come si realizza un SOGNO!

    Sempre al tuo fianco
    Patrizia

    RispondiElimina
  46. Credo che quando vi troverete allo stesso tavolo di lavoro col socio occulto di qualsiasi azienda, ovvero lo Stato (prende il pizzo da sempre ma nessuno ha il coraggio di gridarlo) e lo strozzino citato si vedrà riconosciuta la sua parte, allora tutto andrà a gonfie vele.
    Mi fa schifo questo stato, mi fa schifo questo paese, mi da il vomito la classe politica, bravo a Rinaldi, ma anche a tanti altri che come lui non hanno avuto la possibilità/fortuna di avere qualcuno che scrivesse sul Messaggero ed ora magari stanno consegnando pizze a centocelle.
    Il cancro si tutti noi giovani imprenditori ha l'auto blu e se non basta una schiera di toghe ammaestrate, spero la profezia dei maia si avveri, ma che colpisca solo il parlamento... VERGOGNA

    RispondiElimina
  47. Buonasera, sono Sandro Baldi, anche io ex consulente Y.S., è bello trovare dopo tanto tempo commenti positivi e accreditati su ciò che è stata per lungo tempo parte della mia vita imprenditoriale, l'unico rammarico è che ciò stia accadendo dopo sei anni .....

    RispondiElimina
  48. Salve a tutti,... mi chiamo Daniela Rotella e ora tocca a me dire la mia ! E' da qualche anno che conosco Fulvio Rinaldi e se parlo di lui......mi si riempiono gli occhi di lacrime e lo stomaco mi si stringe per la profonda stima,.. riconoscenza.. e amore che provo nei suoi confronti ! Penso spesso una cosa,....che mia madre e mio padre mi avranno pure dato la vita,(e li ringrazio per questo ) ma è grazie a quest'uomo che ho capito che vivere per respirare non aveva senso ! Insieme a lui ho conosciuto tante persone (vi parlo degli ex consulenti Your Store) che ancora oggi sono miei amici e che definisco "GUERRIERI" ,....esseri umani disposti a tutto per realizzare i loro sogni e non per respirare !! Questo è semplicemente quello che penso di quest'uomo : "GRAZIE FULVIO RINALDI DAL PROFONDO DELLA MIA ANIMA ! Con affetto Daniela Rotella

    RispondiElimina
  49. Paola Fruscella10 aprile 2012 21:20

    Il mio nome e' Paola,Paola Fruscella,io conobbi l'idea YS piu' di 8 anni fa.Feci richiesta di poter entrare a far parte dell'organico aziendale e fui felice di ricevere l'onore di una risposta affermativa.Io ero una ragazza di umili origini, papà infermiere e mamma casalinga, che aveva fatto numerose richieste lavorative e concorsi vari per ottenere un lavoro, ma fino ad allora non aveva trovato nessuna porta aperta. Il giorno in cui entrai ufficialmente in azienda, ero una ragazza chiusa nei confronti del mondo, per tutte le porte chiuse che avevo trovato. Quel giorno ebbi il mio primo incontro con Fulvio Rinaldi e fu la prima volta che venni trattata come un essere umano e non come un numero. Da quel momento inizió per Paola un percorso meraviglioso. Negli anni che seguirono cominciai a vedere tutto dipinto di rosa e a sorridere alla vita. Finalmente anche io avevo uno strumento per poter realizzare ció che volevo. Ricordo ancora, in maniera parecchio lucida, il giorno in cui mi fu data la notizia che yourstore era stata bloccata. Pensai trame e me che stavo vedendo un film dell'orrore, dove erano finiti tutti i miei sogni: no, era tutto vero, era il mio film, era la mia vita. In una frazione di secondo qualcuno si era permesso di pensare che potesse bruciare l'idea Yourstore... In quel preciso momento decisi che avrei portato avanti quell'idea e con lei i miei sogni. Grazie a Fulvio Rinaldi da allora ad oggi ho incontrato persone di estremo valore con le quali ancora oggi sono felice di portare avanti quell'idea. Persone che hanno avuto il coraggio di continuare quando tanti si sono fermati e di credere che l'idea Yourstore fosse grandiosa e a combattere per realizzarla. Grazie a Fulvio Rinaldi oggi sono totalmente cambiata e impreziosita, perchè ho avuto la possibilità di mettere in campo i miei valori. Per me che ho ricevuto tanto da LUI, sarebbe davvero troppo riduttivo dirgli 'grazie', perció lo faró nel modo più bello che conosco: coi fatti, con le azioni di ogni giorno per fare dell'idea Yourstore la più grossa realtà a livello italiano e dei 5 continenti che si sia mai vista. Solo allora mi fermeró (ma solo per un attimo) per dirgli: GRAZIE FULVIO.

    RispondiElimina
  50. http://www.youtube.com/watch?v=kPh-d0ldilE

    http://www.youtube.com/watch?v=8v--tZJRwKc&feature=relmfu

    RispondiElimina
  51. Salve, sono il Dott.Giuseppe Bitetti...
    Il mio personale contributo vuol'essere quello di una persona che già aveva realizato su più fronti dei personali successi, ma mancava qualcosa...c'era ancora voglia di sperimentarsi...di crescere...e quando ha incontrato questa opportunità...legata ad un mezzo realmente interessante si è detta:perchè no?!?
    Impossibile scrivere in 2 righe quanto si sia potenziata la mia vita...difficile descrivere quanto carisma si puo' riuscire ad far crescere in se stessi...impensabile riuscire a descrivere l'entusiasmo che si prova a gestire un gruppo di persone "vive" con le quali condividere un percorso di crescita, un azienda, poter superare degli ostacoli...tutto ciò con piena consapevolezza e reciproca stima.
    Approfitto di questo spazio per dire GRAZIE alla forazione Yourstore e WIN, dire GRAZIE alla mia perenne voglia di crescere e vincere...sopratutto dire GRAZIE a chi per primo ha avuto una visione chiara e nitida che tutto ciò si potesse fare... il Dott. Fulvio Rinaldi!
    Sono fermamente convinto che non esiste crescita senza dover superare degli imprevisti...ostacoli...ma non c'è MAI PAURA nel cuore di chi LOTTA!
    Personalmente ho imparato ad affrontare gli ostacoli, sempre, perchè solo incontrandoli puoi darti modo di superarli...e il gran bel rischio di CRESCERE.

    RispondiElimina
  52. Buonasera a tutti,
    sono Barbara Festelli e volevo lasciare anch'io il mio contributo scritto!
    Volevo ringraziare Il Dott. Fulvio Rinaldi e fargli sapere quanto io sia felice per tutto ciò che sta accadendo!
    Sapevo che avrebbe vinto!
    Ogni volta che sono in difficoltà penso a tutto ciò che la WIN mi ha insegnato e combatto le mie lotte con più forza, perché so di non essere mai da sola.
    Grazie di cuore!!!
    Grazie anche perché questa è la dimostrazione che se credi davvero in qualcosa alla fine avrai la tua meritata ViTTORiA!

    Non smettete mai di credere nei vostri sogni!
    E non abbandonateli dentro al "cassetto"!
    Loro sono li dentro... ma vogliono uscire per farvi vivere felici!!!

    RispondiElimina
  53. Ciao, sono Vincenzo Stazio, ad oggi 28enne.
    Sono entrato in Your Store nel 2003 circa, ho vissuto sia il picco crescente di quegli anni sia il picco decrescente degli anni successivi in seguito a quello che in questa pagina è raccontato molto bene.

    Si potrebbe parlare di Your Store per giornate intere credo, e di moltissi aspetti diversi ma quello che mi preme ora è lasciare una mia testimonianza.

    Mentre approccio il mondo del Lavoro, ma più in generale mentre entro in prima persona nella società, ciò che ho imparato in quegli anni è stato ed è fondamentale.

    Gestisco un'agenzia d'Organizzazione Eventi e Matrimoni a Roma creata da zero, ed ogni giorni mi accorgo che molte azioni, molti modi di affrontare le situazioni sono guidate da ciò che ho imparato in quegli anni con qualla azienda e con le persone che ne facevano parte.

    Sono straconvinto che oggi non sarei quello che sono se non fosse stato per YS.
    Quello che ho imparato oggi mi aiuta nel lavoro e nei rapporti con le persone che conosco.

    Le persone che facevano parte di Your Store erano genuine, come anche il progetto.
    Coloro che guidavano il tutto erano Speciali.

    Questo è quello che penso Io!

    Vincenzo Stazio

    RispondiElimina
  54. Dopo 6 anni di insulti, di menzogne, di trasmissioni ridicole, di attacchi di ogni tipo... finalmente la verità! Sono Antonio Bolognese, anche io ex consulente yourstore... le istituzioni hanno tentato di infangare l'unica azienda in Italia, e probabilmente nel mondo intero, che offriva un servizio che garantiva REALI benefici economici a tutti coloro che ne facevano parte ma, soprattutto, le istituzioni hanno tentato di infangare un gruppo di persone di grande valore, persone oneste... coraggiose... persone che insieme stavano rivoluzionando il mercato dei consumi. Oggi, dopo 6 anni, ci dicono di essersi sbagliati, ci dicono che il nostro servizio dava benefici a tutti.... ma noi questo lo sapevamo benissimo, e siccome quello che non ti uccide ti fortifica, noi oggi siamo più vivi che mai... hanno fermato la yourstore spa, ma non hanno potuto fermare il motore e, soprattutto, il cuore di quell'azienda! Voglio in questa sede rinnovare la mia stima verso tutte quelle persone che insieme a me non si sono arrese, e voglio ringraziare Fulvio Rinaldi per il suo essere continuo riferimento e strumento di crescita.

    Antonio Bolognese

    RispondiElimina
  55. Finalmente lieta di constatare che è stata fatta giustizia (se così si può dire) ne confronti della PERSONA del Dott. Fulvio Rinaldi e di conseguenza di tutti coloro, me compresa, che avevano abbracciato la sua intuizione ed il suo progetto.
    YourStore era un progetto che dava ad ogni singolo la possibilità di sviluppare il proprio potenziale nella costruzione di una propria realtà imprenditoriale; probabilmente però questo "infastidiva" qualcuno, oppure qualcuno che non aveva ben compreso l'intento, ha deciso di annientarlo, perchè impaurito dalla novità che rompeva gli schemi già collaudati del commercio.
    In Italia la giustizia investe sempre più spesso le proprie risorse per cercare capri espiatori, non perdendo così l'occasione di manifestarsi sempre meno "giusta".
    Personalmente conosco giovani che, non trovando lavoro nel nostro Paese, si sono trasferiti all'estero alla ricerca di un'opportunità, sfiduciati dalla situazione politica ed economica.
    Uno di questi è mio cugino, ventunenne, che venerdì scorso è partito per l'Australia con un bagaglio ricco di speranze ed un atteggiamento da pioniere, alla ricerca della cosiddetta "svolta".
    Ma quanto è giusto questo esodo di risorse umane da un Paese come il nostro, considerato "demograficamente vecchio"?
    ECCO...YourStore era un'opportunità come quella che tanti vanno a cercare all'estero, gettandosi allo sbando.
    Spendo solo alcune parole (per non dare loro troppa importanza) nei confronti di tutti coloro che nascosti dietro un blog, hanno diffamato l'azienda ed i suoi componenti, senza prendersi la responsabilità delle proprie azioni e senza conoscere la realtà che hanno tanto bersagliato.
    Si tratta di persone vili, invidiose, probabilmente incapaci di emergere dalla massa per le proprie qualità personali e che hanno assunto un ruolo per essere riconosciute...quello del millantatore, ovvero di "colui che deforma a proprio vantaggio la realtà altrui".
    Alessia Balducci

    RispondiElimina
  56. Salve, sono Stefano Di Mario, un piccolo imprenditore che ha avuto la fortuna di conoscere il progetto Yourstore e il Dott. Fulvio Rinaldi. Nel progetto rientrava anche la "Formazione" che ho seguito in questi ultimi anni e che mi ha fatto capire che la realtà cambia a seconda di come la si guarda, mi ha insegnato che non esistono problemi, ma informazioni da gestire e il fallimento della Yourstore è stata solo una informazione un pò più difficile da gestire. Oggi che la verità è venuta fuori, vogliamo ripartire con più forza perchè l'idea del Dott. Fulvio Rinaldi è un'idea WINcente!!!!!!

    RispondiElimina
  57. Salve a tutti,sono Claudia Castaldo 28 anni di Napoli.Unisco la mia voce e la mia esperienza a quelle che mi hanno preceduto e a quelle che seguiranno.Eh si,anche io posso dire a testa alta di aver avuto il privilegio e l'onore di essere un imprenditrice della Yourstore Spa.Correva l'anno 2008,figlia di un vigile urbano e di una casalinga,studiavo e lavoravo presso la Facoltà Suor Orsola Benincasa,eppure non ero soddisfatta,sentivo che quello non era il mio posto,non era la mia strada.Mostravo la mia insoddisfazione ai miei genitori,dicendo loro di voler andare fuori,perchè a Napoli mi sentivo soffocare,fuori forse avrei trovato altro,ma loro mi dicevano di rimanere con i piedi per terra,perchè non ero figlia di chissà chi da poter trovare porte aperte e strade spianate e che tanti altri avrebbero voluto stare al mio posto...E allora si facciano avanti questi altri,lo cedo volentieri il mio posto,a me non andava giù l'idea di dovermi accontentare e solo perchè non ero figlia di.. smettere di sognare.Da piccola ho sempre visto altro per me,vedevo la possibilità di poter essere una manager aziendale,fare qualcosa di diverso che avrebbe segnato la Storia e fatto la Storia,ma non sapevo ancora come!Poi nel 2008 ho conosciuto Yourstore.Rivedo e rivivo in maniera nitida quel giorno.Ero seduta ad una presentazione aziendale e non credevo ai miei occhi! A soli 200 km di distanza dalla mia vita, dal mio "mondo" finalmente avevo trovato il Come. La cosa più bella è stata vedere che come me, un gruppo di persone all'apparenza comuni aveva scelto di unire le proprie forze per fare la differenza,fare la Storia e realizzare ognuno i propri sogni.E' inutile dire che la mia scelta non fu per niente appoggiata dalla mia famiglia,perchè anche loro come tanti pensavano si trattasse di una truffa , visto che nel 2006 la procura di Roma aveva ipotizzato i reati di "raccolta abusiva di risparmio e abusiva attività bancaria".Ancora una volta non credevo ai miei occhi! La mia famiglia dava credito a persone mai viste piuttosto che accorgersi della luce che io miei occhi emanavano ogni qual volta parlavo del progetto.Erano troppo accecati da vedere e gioire della mia felicità.Credetemi se vi dico che essere ridicolizzati e tacciati per stupidi dalle persone più vicine fa più male della malagiustizia che ha cercato di infangare il Dott. Rinaldi. Ma io non potevo permettere a nessuno neppure alla mia famiglia di realizzare il mio sogno ed essere felice.Cito testualmente una frase "Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce".Yourstore ne ha fatto di rumore , dal primo giorno che il suo creatore il Dott.Fulvio Rinaldi l'ha messa al mondo,ha continuato a fare rumore rumore anche quando nel 2009 Yourstore è fallita.Ora dopo 6 anni la legge ,quella stessa che ci ha accusato di truffa,oggi chiede scusa ora l'idea di Rinaldi era innovativa e avrebbe risollevato le sorti dell'Italia .Ebbene in realtà vi dico che ancora più rumore ha continuato a farlo e sta facendo una Foresta che cresce da sempre, fatta di quelle stesse persone che non hanno mai dubitato di quell'idea ,ne tantonemo del suo creatore ,semplicemente perchè non abbiamo mai smesso di credere in noi stessi,nei nostri valori e ai nostri sogni!Per me oggi è un onore stare al fianco di persone quali Fulvio Rinaldi, Claudio Fontanella ,Valentina Pascolini,Marco Sabelli,Fabrizio Leoni, Fabrizio Giorgi,Andrea Tommaselli,Roberto Lugarini e consulenti tutti, La MIA FAMIGLIA quella che ho scelto e dalla quale ho imparato tanto,persone che con umiltà determinazione passione hanno fatto valere le proprie idee camminando sempre a testa alta.Vi amo profondamente perchè mi avete insegnato ad essere semplicemente me stessa e diventare la donna che sono ! Ogni giorno con orgoglio scelgo di camminare al vostro fianco e continuare a fare la differenza !Con stima Claudia Castaldo

    RispondiElimina
  58. Sono Jack De Luca, un ragazzo a cui piace vivere con un gruppo di persone che considerano la vita un'opportunità.
    Una sera nel Dicembre del 2007,
    senti parlare udire le parole
    "LA VITA E UNA COSA STUPENDA,SE SAI VIVERLA"......
    era il dottor FULVIO RINALDI il presidente
    della YOURSTORE S.P.A.
    Io sono stato un ex consulente della YOURSTORE S.P.A.
    ho imparato che una cosa
    che essere i primi implica tante occassioni di confrontarti con molte persone,e le persone sono anche ignoranti.....
    Le maggior parte della popolazione sa solo lamentarsi
    ed quando ci sono opportunità come queste siccome non sanno come possibile,invece di capire come è possibile buttano ""fango"" sopra a tutto e tutti
    e hanno paura,allora aggiscono d'istinto ,che è quello di ""brusciare"" tutto ""uccidere"" chi ne hanno fatto parte.....
    Ma la verità l'intenzione dell'essere umano e come
    l'acqua che scorre ...scorre...finchè lei riesce,schizza fuori ancor più forte e limpida di prima dal terreno che prima era arrido,mentre dopo si bagna di nuova linfa.............
    SONO CONTENTO DI ESSER STATO AL TUO FIANCO NEL CAMMINO PIU' BELLE DEI I MIEI ULTIMI ANNI
    GRAZIE FULVIO RINALDI
    Saluti
    Jack De Luca

    RispondiElimina
  59. Salve a tutti,sono un ex consulente della your store ed anche io voglio lasciare il mio contributo.
    Nel 2007 appena diciottenne e nonostante la mia giovane età decisi di mettermi in gioco con questo progetto completamente rivoluzionario,conobbi un gruppo di persone,uomini e donne,miei coetanei ed adulti,ma tutti con una cosa che li accomunava:TANTA VOGLIA DI FARE!
    Ho avuto anche l'opportunità di conoscere il dott. FULVIO RINALDI sia all'interno dell'azienda che nei suoi corsi di formazione,ed e proprio grazie a lui ed ai suoi insegnamenti che oggi riesco ad affrontare ed a vivere ogni giorno nel miglior modo possibile.
    Sono felice che ora tutta la verità sia uscita fuori e credo che chi abbia sbagliato debba un minimo di scuse a RINALDI ed a tutti quelli che come me "volevano" conquistare il loro sogno..ma è proprio qui che mi sbaglio ,"volevano" rubarcelo ,ma non ci sono riusciti perchè con nuove sfide e più forti di prima torneremo a VINCERE!
    Grazie Fulvio Rinaldi.
    Alessandro Camaioni

    RispondiElimina
  60. Davanti alle scene di films come "il gladiatore", "braveheart", "trecento", "la ricerca della felicità".... CI COMMUOVIAMO. Davanti alla vista di animali maltrattati, bambini che subiscono violenze.... proviamo RABBIA. Davanti a notizie che ci informano che nel mondo c'è, ancora oggi, nel XXI sec., gente che sta morendo letteralmente di fame, che muore per l'esplosione di una bomba.... proviamo ORRORE. Sono tutte emozioni che ci riconducono a ciò che siamo, ciò che potremmo essere. In ognuno di noi c'è il desiderio di un'umanità migliore, vorremmo poter tornare ad aver FIDUCIA. Abbiamo smesso di sognare, ci riempiono, ogni giorno, di notizie che servono ad un preciso fine.... IL CONTROLLO DELLE NOSTRE SCELTE . Chi ci governa da sempre è riuscito a convincerci che la realtà sia quella dei telegiornali, dei "reality"....infondendoci PAURA E SFIDUCIA, prima nelle istituzioni, e di conseguenza in tutto ciò che si trova al di fuori della nostra casa, aggrappandoci forte a quelle briciole che ci venivano concesse per sopravvivere. Abbiamo dimenticato che non siamo nati per sopravvivere, Ma PER VIVERE. La YOURSTORE aveva creato una realtà a misura d'uomo, nel rispetto dei suoi valori più profondi. Un'alternativa CONCRETA, basata sulla fiducia. Ha offerto fiducia anche ai suoi carnefici, perchè, piuttosto che andare contro un sistema, ha scelto di condividerne i risultati, perchè la condivisione era uno dei principi primari dell'azienda. Da questo momento la musica cambia, perchè quel gruppo è come "Die hard"... duro a morire. E vi sta dicendo:
    ORA INIZIA LA RIVOLUZIONE !! NOI SIAMO ANCORA LIBERI DI SCEGLIERE !!
    Giovanni B. Prignano ex consulente Yourstore spa

    RispondiElimina
  61. Salve a tutti...

    Il caso Yourstore rappresenta l'evidente arretratezza del nostro sistema...
    Un'azienda privata,Italiana,decide di entrare in un mercato,apparentemente libero,ma regolato da logiche insane e perverse,con un idea rivoluzionaria e vincente,definita da esperti "come la miglior cosa che uno potrebbe fare oggi in Italia,e non solo" ... con l'unico obiettivo di dare vantaggi economici e opportunita' imprenditoriali...e viene accompagnata miseramente al fallimento,per un blocco ingiustificato e incomprensibile,dopo aver creato tanta ricchezza e un nuovo modo di fare azienda a livello mondiale,e dopo 6 lunghissimi anni di caos giudizioari,nonche' accuse diffamanti tendenti alla truffa e al raggiro, sentirsi dire: Scusate,ci siamo sbagliati,il vostro sistema dava benefici a tutti...
    Ma il fallimento di un azienda,in questo caso,non ha coinciso con quello di un gruppo di persone,che ha sempre creduto in quell'idea,e sempre creduto che fosse possibile,in questo mondo,poter cambiare le cose... Quel gruppo di persone,che anziche' gettare la spugna,ha deciso di sfidare il destino, e riscrivere la storia ... Proprio quelle persone che ho incontrato ad un certo punto,nel percorso della mia vita,e a cui ho scelto di stare vicino perche' rispecchiano appieno i miei valori piu' profondi come la liberta' e l'amore per il prossimo,e che mi hanno insegnato e mi insegnano tutti i giorni cosa vuol dire essere parte di un vero gruppo...
    Poter oggi,insieme a loro,contribuire al miglioramento e all'evoluzione di questo mondo,ha dato un senso alla mia vita...
    Per sempre al vostro fianco...

    Salvatore Zevola

    RispondiElimina
  62. Simone Martini 23 anni.
    Non ho avuto il piacere di conoscere yourstore ma ho avuto l'ancor piú grande piacere di conoscere chi la ha realizzata e costruita,da quando li conosco il solo stargli vicino mi ha reso una persona migliore.Esiste qualcosa di piu importante di questo?
    Ho inoltre capito che questo sistema puó far fallire una azienda ma non le persone se queste hanno un sogno e nonostante le difficoltà estreme vanno avanti per la loro strada dritti verso la meta,che mi permetto di dire è ormai vicina!
    Anche io sempre al vostro fianco.

    RispondiElimina
  63. Buonasera . sono un ex consulente della yourstore . Sono d accordo per quanto riguarda i tempi della giustizia anche perchè grazie a questa azienda sono cresciuto molto a livello personale e quando è fallita mi sono sentito smarrito . Detto questo mi chiedo se solo io (con i miei clienti ) ho perso tutti quei soldi ? Mi piacerebbe capire come posso recuperarli . Certo, credo che sia impossibile avere risposte qua in questo blog o dai soci della yourstore ma visto che si parla di tanta bontà e di tanta passione per il gruppo ( cosa che ho vissuto e rifarei ) lascio la mia mail:554.ma@tiscali.it
    In attesa di un contatto vi ringrazio e colgo l occasione per salutare tutto il gruppo yuorstore .

    RispondiElimina
  64. Gentile lettore, puoi provare a prendere contatto con la WIN spa, che ha raccolto il testimone di Your Store, e ha da poco lanciato un'idea che è l'evoluzione brillante della prima che hai seguito.
    Da avvocato, le perdite da te subite, come da tanti altri consulenti per non parlare degli azionisti di YS, non te le risarcirà nessuno temo : la società è fallita, e chi ne ha provocato il fallimento, i magistrati della procura , sono notoriamente civilmente irresponsabili. Però , forse, riprendendo contatto con i vecchi compagni di lavoro, troverai l'opportunità di rifarti. Se Your Store era una genialata, questa di Win promette di esserlo di più. Prova. Sorriso.

    RispondiElimina
  65. il sistema apparentemente sembra fantastico ma se lo si studia bene e nel dettaglio non funziona come si crede ci sono molti bug io un sistema del genere lo migliorerei anche di molto perchè così non va da nessuna parte studiatevelo bene fatevi i conti e mettetevi nei panni di una persona che vive con uno stipendio normale oggi e poi dopo ditemi il risparmio sia del cliente e soprattutto dell'azienda

    RispondiElimina
  66. Ma andate a prendere per il culo qualcun'altro voi ed il vostro Blog fittizio!! Andate a lavorare e sudateveli i soldi invece di rubarli alla gente per bene. LADRIIIIIIIII

    RispondiElimina
  67. verissimo ladri di merda e censuratori!!!

    RispondiElimina
  68. Buonasera a tutti...io ero un afiliato yourstore..avevovil pos....dove sono finiti i miei soldi? COME MAI NON LI HO AVUTI INDIETRO SE ERA SERIA COME SOCIETA PAGAVA O MI SBAGLIO

    RispondiElimina
  69. buonasera a tutti
    non commento nulla, grazie anche alla yourstore la mia azienda ha avuto dei grossi problemi che non riesco ancora a risolvere.

    RispondiElimina
  70. Insomma è tutto un imbroglio di dimensione epiche ?

    RispondiElimina
  71. Truffatori io facevo parte della win e tutte le persone che commentano qui sono della stessa win ! Truffatori maledetti

    RispondiElimina
  72. Salve sono Fabrizio Gambini, non conosco la storia di Yourstore per vie dirette (al tempo dei fatti non la conoscevo) ma conosco i protagonisti e ho cercato informazioni. Caro imprenditore sappi che la tua azienda non ha problemi a causa di yourstore ma per colpa Dello Stato Italiano che tutela solo grosse lobby per far arricchire solo e soltanto i soliti grandi maestri. All'anonimo che definisce tutta una truffa..le tue parole valgono zero come colui che le ha scritte poiche' nenache il coraggio di firmarti hai avuto.. d'altra parte l'infamia lavora nell'ombra nell'anonimato. Essere preda dello stato che invece ci tutela ci anniente, subire errori giudiziari.. questa e' la nostra Italia.. e forse questo ci meritiamo visto che ci sono ancora persone che hanno paura, paura di crescere paura di vivere. Posso dire che ho conosciuto molte persone della ex Yourstore.. forse sono le persone piu' valide che abbia mai conosciuto in vita mia. Sono onorato di averle conosciute ed onorato di far parte del nuovo progetto che da yourstore e' nato. La nostra piu' grave colpa e' solo una. l'ignoranza... ma a molti fa' tanto comodo.

    RispondiElimina
  73. e' sempre stato un genio Fulvio Rinaldi nel presentare le sue idee...
    ovviamente lo stato italiano deve mangiare su tutto e portare alla rovina il resto del popolo.. quanto ancora potrà andare avanti così?
    Ciao... Fulvio mi conosce molto bene... il suo Dj ai tempi della Yourstore!!!

    RispondiElimina
  74. Fulvio è stato assolto solo per il rilascio di moneta elettronica. Se ci sono stati altri capi d'accusa non lo so, e se ci sono stati non ci sono ancora giunti i verdetti, sempre che non siano caduti in prescrizione nel frattempo...

    RispondiElimina
  75. Gent.mo Avvocato "Ultimo Camerlengo" ho letto con quale veemenza ha difeso Fulvio Rinaldi e la sua Gang, fossi in lei mi sarei prima informato di chi fossero i fan che hanno tessuto le lodi della Società e del suo amministratore. Ebbene a distanza di qualche anno , il grande imprenditore ha nuovamente creato una voragine. Il giochino è sempre uguale , per farla breve i clienti versano euro che vengono convertiti in punti fidelity , i consulenti versano euro che servono per pagare i corsi di formazione , i commercianti versano euro per affiliarsi al circuito, tutto sembrerebbe quadrare ma il cerchio si chiuderebbe se i commercianti ricevessero gli EURO a saldo delle merci consegnate , invece ricevono cambiali che non vengono pagate , sono andate tutte protestate. Chi sono gli unici fortunati beneficiari degli Euro che entrano ? Glielo dico io ..Fulvio Rinaldi e la sua Gang . Questa volta non ci sono alibi, posto che anche la volta precedente , il procedimento contro Fulvio Rinaldi, niente aveva a che fare con l' andamento dell' azienda . Le chiedo pertanto di non fare l'avvocato del diavolo ma bensì di dare una mano a quei poveri disgraziati che hanno crediti che superano le decine di migliaia di euro e che rischiano l' attività e la casa .

    RispondiElimina